Momenti culinari: perché io in fondo sono una tenerina…

by - 00:33

Era da parecchio che volevo provarla.

E lo so che le feste sono appena finite e siamo tutti lì, con un solo pensiero fisso che risuona nella testa e fa “Dieta, dieta, dieta, dieta…” Anche io ci penso sempre e cerco di metterlo in pratica. Più o meno.

E non so se considererete come giustificazione valida il fatto che io abbia preparato questo dolce per il mio amorcito, dopo aver passato più di una settimana separati. Perché io adoro fare dolci per chi amo.

E poi ieri è venuto anche un amico a prendere il caffè a casa e non si può servire il caffè senza un dolcetto…Si, insomma avete capito. Tutte scuse. Ma per una dolce causa. Ovvero, preparare la torta tenerina.

Cos’è la tenerina?

La torta tenerina è un dolce tipico di Ferrara che nasce nel XX secolo in onore di Elena del Montenegro, moglie di Vittorio Emanuele III. In dialetto ferrarese viene chiamata anche “Torta Taclenta”. Si tratta di una torta al cioccolato fondente, con una crosticina che nasconde un cuore soffice e goloso, nonostante non serva il lievito per prepararla. Ed è, inutile dirlo, buonissima.

Ingredienti:

200 gr di cioccolato fondente (di buona qualità, non siate braccine corte)

150 gr di zucchero

100 gr di burro

60 gr di farina

3 cucchiai di latte

3 uova

1 pizzico di sale

Preparazione:

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e, una volta sciolto, aggiungete il burro precedentemente tagliato a cubetti, uno alla volta, facendo attenzione che ogni cubetto venga incorporato bene al cioccolato prima di aggiungerne un altro. Terminata questa operazione, potete togliere il cioccolato dal fuoco e lasciate intiepidire.

In una ciotola versate metà dello zucchero (75 gr) e i 3 tuorli, avendo cura di conservare gli albumi. Con un frustino, manuale o elettrico, mescolate tutto fino ad avere un composto spumoso. A questo punto unite il composto di cioccolato e burro sciolto al composto di zucchero e uova e mescolate ancora con il frustino. Aggiungete farina e latte. Ora, io ho indicato 3 cucchiai di latte come previsto dalla ricetta. In realtà se vedete se il vostro composto è ancora piuttosto granuloso, vi consiglio di aggiungerne ancora un po’ per farlo diventare omogeneo e cremoso (ma non liquido!).

Terminata l’operazione, in una seconda ciotola montate gli albumi con lo zucchero rimasto (gli altri 75 gr) e il pizzico di sale. Una volta ottenuta una crema bianca compatta, con un mestolo o una spatola incorporate questa crema all’impasto precedentemente preparato. Nota bene: per incorporare i due composti, mescolate dal basso verso l’alto!

A questo punto imburrate e infarinate una tortiera, versatevi l’impasto e infornate per 20-25 minuti a 180° a forno già caldo (quindi accendete il forno qualche minuto prima). Trascorsi i minuti necessari, spegnete il forno e lasciate raffreddare la torta al suo interno con lo sportello socchiuso. Infine sfornate la torta, ponetela su un piatto da portata, cospargetela con dello zucchero a velo e gustatela con chi volete!

 

 

 

Questa volta non ho foto per voi. Tra amici e fidanzato, della torta io stessa ho visto ben poco. Vi lascio un’immagine presa da internet per darvi l’idea del risultato.

 

 

 

 

 

 

 

Non so quanti di voi conoscono questa ricetta. Io l’assaggiai la prima volta grazie a una cara amica che si cimentò con un pezzo di tradizione che non era la sua. Ma vivevamo in Emilia Romagna e per noi quella regione ha significato tante cose in ogni sua declinazione. E ormai era arrivato anche per me il momento di provarci. Per ricordare la tenerezza di quei momenti d’amicizia vissuti insieme e per condividere questa dolcezza anche con gli altri

In fondo anche io sono una tenerinauna bella crosta fuori, un cuore tenero al suo interno…

You May Also Like

18 commenti

  1. Io preparo pochi dolci e di solito quando attendo ospiti a casa.
    Per esempio ad una mia amica mi piace fare un trabocchetto... le metto sotto il naso una fetta di caprese al cioccolato quando meno se l'aspetta. Lei mi grida sempre "Assassina!".

    Bacio

    RispondiElimina
  2. L'aspetto sembra mooolto interessante, la proverò :-D

    RispondiElimina
  3. Mamma che buona questa torta... Noi a Parma la facciamo senza il latte e la chiamiamo "La cioccolatina". E' il cavallo di battaglia di mia mamma, pensa che ogni anno per il mio compleanno mi chiede che torta voglio e io scelgo sempre quella!

    RispondiElimina
  4. ciao stella...ho già l'acquolina in bocca...devo assolutamente provare questa ricettina...anche se sono un disastro con i dolci :(
    kiss e buona giornata
    vendy

    NEW OUTFIT POST
    FOLLOW ME ON:
    the simple life of rich people blog
    instagram @thesimplelifeofrichpeople
    twitter @simpleliferichP

    RispondiElimina
  5. Al cioccolato fondente?? Slurp, slurp!!! ^_^

    RispondiElimina
  6. io sono una golosona e questo dolce è troppo buono per non finire nella mia pancina...perciò lo farò, ma senza glutine ummmmm...
    grazie della ricetta kiss kiss

    RispondiElimina
  7. Non la conoscevo questa torta, ma mi sembra squisita, considerando anche che il cioccolato fondente è il mio preferito e qui ce n'è tanto!
    Visto che arriva il freddo (dicono) magari nei prossimi giorni la faccio, tanto quando è freddo si può mangiare anche più pesante, no? Esatto, è una scusa anche la mia! Mi sa che la farei anche d'estate.
    Ti faccio sapere il risultato non appena l'assaggerò! :D

    RispondiElimina
  8. MMmmmmmmmmmm! Ho già l'acquolina in bocca!!! Me la segno, appena riesco voglio assaggiarla!

    RispondiElimina
  9. Oddio la tenerinaaaaa!!! Cosa c'è di meglio da far trovare al mio Fil quando fra una settimana tornerà dal tour? *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedi? è perfetta per i ritorni...:-)

      Elimina
  10. Ha un aspetto super delizioso, mmmm...
    Baci.
    Miky

    RispondiElimina
  11. buooona! anche mia sorella la fa, ma non sapevo che si chiamasse così (anche se conoscevo l'origine ferrarese). voglio provarla!!

    RispondiElimina
  12. Cercavo proprio la ricetta per una torta del genere, me la trascrivo subito:)

    RispondiElimina
  13. Ho avuto modo di provarla qui a Modena: è davvero buonissima :D

    RispondiElimina
  14. Anche io la faccio ma la mia è non è proprio l'originale, è una ricetta senza farina! Questa me la segno subito e poi ti faccio sapere. Gnam gnam

    RispondiElimina
  15. L'ho vista qua e là in qualche food-blog e mi ispira molto... anche io adoro cucinare i dolci, anche se ogni tanto combino pasticci :P

    RispondiElimina
  16. io non amo il cioccolato fondente, lo si può sostituire con quello al latte?
    Comunque ha un aspetto invitante....

    RispondiElimina