Recommendation Monday #3

by - 20:00


Buon lunedì!
clip_image003
Anche questa settimana torna il consueto appuntamento con Recommendation Monday. Il tema di oggi è:

Consiglia un libro che abbia un bambino come protagonista

Ho pensato molto a cosa consigliarvi. Di bambini nella mia libreria ce ne sono molti e iniziL'inconfondibile tristezza della torta al limonedi A. Bender.

Alla vigilia del suo nono compleanno, la timida Rose Edelstein scopre improvvisamente di avere uno strano dono: ogni volta che mangia qualcosa, il sapore che sente è quello delle emozioni provate da chi l'ha preparato, mentre lo preparava. I dolci della pasticceria dietro casa hanno un retrogusto di rabbia, il cibo della mensa scolastica sa di noia e frustrazione; ma il peggio è che le torte preparate da sua madre, una donna allegra ed energica, acquistano prima un terrificante sapore di angoscia e disperazione, e poi di senso di colpa. Rose si troverà così costretta a confrontarsi con la vita segreta della sua famiglia apparentemente normale, e con il passare degli anni scoprirà che anche il padre e il fratello - e forse, in fondo, ciascuno di noi - hanno doni misteriosi con cui affrontare il mondo. Mescolando il realismo psicologico e la fiaba, la scrittura sensuale di Aimee Bender torna a regalarci una storia appassionante sulle sfide che ogni giorno ci pone il rapporto con le persone che amiamo.




Comprai questo libro, in inglese, durante il mio soggiorno a Bristol. Come sa chi mi segue da tempo, quello fu un periodo piuttosto difficile. Questo romanzo riuscii a tenermi compagnia laddove non potevo fare altro che sentirmi molto sola. La scrittura intima e un po' malinconica della Bender ha aiutato la mia immedesimazione con Rose e ha reso il suo mondo meno eccentrico ai miei occhi. Una lettura particolare che non mancherà di allietarvi in un pomeriggio di neve, con una tazza di tè e magari una fetta di torta.

Titolo: L'inconfondibile tristezza della torta al limone
Autore: Aimee Bender
Traduttore: Abeni D.; Egan M.
Editore: Minimum Fax
Pagine: 332

You May Also Like

17 commenti

  1. la trama e il titolo mi incuriosiscono molto. che voto dai a questo libro, Sabina? E' dei 'da leggere assolutamente'? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emy io gli ho dato un 7. Ma tra i tanti libri che consiglio, darei la precedenza ad altri rispetto a questo, lo ammetto... tuttavia è una lettura ideale se si vuole qualcosa di diverso...

      Elimina
  2. Da tempo lo voglio leggere, mi sa che questa volta mi hai convinta!

    RispondiElimina
  3. Molto interessante... complimenti, mi incuriosisce molto!!!

    RispondiElimina
  4. Ne ho già sentito parlare, lo terrò sicuramente presente! :)

    RispondiElimina
  5. Spero che il mio commento non dissuada chi vuole leggerlo!
    Ma la Bender è trooooooppo triste! Leggerlo sotto Natale è stato terribilmente malinconico! ç_ç
    Con questo non voglio dire che lei non scriva bene, anzi, riesce benissimo a comunicare i sentimenti dei personaggi!!

    RispondiElimina
  6. Raramente ho letto libri con bambini come protagonisti. Di sicuro erano nel racconto o parte principale, ma mai come voce narrante.

    Un bacione cara

    RispondiElimina
  7. Stavo per buttarlo direttamente dentro la lista dei libri da leggere su aNobii, ma... ho una domanda. Se me lo puoi dire, insomma... è un libro a lieto fine? Perché solo quelli voglio leggere :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha un finale... aperto. Se cerchi happy ending nel senso classico non posso assicurartelo, ma non è una lettura angosciante se è questo che ti preme...

      Elimina
  8. bel libro!
    se avessi dovuto partecipare io a questo gioco, avrei detto L'amico immaginario
    ;-)
    buona lettura

    RispondiElimina
  9. Sembra interessante... sicuramente lo leggerò. Grazie.

    RispondiElimina
  10. Anche a me sembra interessante ^_^
    Ciao cara.
    Miky

    RispondiElimina
  11. sei una fonte inesauribile di titoli interessanti!

    RispondiElimina
  12. Che bello questo libro! Mi incuriosisce moltissimo!!

    RispondiElimina
  13. concordo pienamente con Federica

    RispondiElimina