20 commenti
  1. Sai, anche io ho un pregiudizio nei confronti di questo genere di libri....ma sai che la trama di questo m'ispira parecchio? Chissà, magari seguirò il tuo consiglio ;)

    RispondiElimina
  2. Anche io ero come te: li bandivo categoricamente dalla mia libreria.
    Poi me ne hanno consigliati alcuni, ero in un periodo ad inizio anno in cui non volevo avere niente a cui pensare et voilà .. erano perfetti!

    RispondiElimina
  3. Non sono una grande appassionata di questo genere perché trovo che le autrici si scopiazzino fra di loro e alla fine le trame sono tutte uguali.
    Però ho letto con piacere dei romanzi di Federica Bosco...la saga di Monica raccontata in "Mi piaci da morire”, “L’amore non fa per me” e “L’amore mi perseguita” è davvero divertente e originale ;)

    RispondiElimina
  4. anch'io prima non leggevo questi libri. In verità non ho mai letto Kinsella, qualcun'altro si e devo dire che non sono male. Mi piace leggerli quando ho bisogno di sorridere, sentirmi leggera e romantica ;)
    ciao ciao

    RispondiElimina
  5. Non mai letto questo genere. Il mio commento non vale.

    RispondiElimina
  6. Ne ho letti tanti della Kinsella ma questo mi manca, rimedierò :)

    RispondiElimina
  7. Oddio... non conosco questo genere! Però ho capito a cosa ti riferisci... Ma non ne ho mai letto uno!
    P.s. allora è comunque meglio Distretto che un libro così :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, Moz, Distretto si poteva salvare solo una decina di stagioni fa! :-D

      Elimina
  8. anche io per anni ho detestato questo genere di libri! E li detesto ancora! Ma ogni tanto mi concedo delle eccezioni...
    Un esempio?
    Un classico: iL DIAVOLO VESTE PRADA :D
    O anche Fabio Volo: Un posto nel mondo ...rientrerebbe? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabio Volo non è un chick-lit e sinceramente non so mai come definire i suoi libri...
      Io non amo i libri del tipo "amore da tiffany" "amore di cupcake" ecc, in effetti per quanto abbia "allargato i miei orizzonti" di chick lit leggo solo la Kinsella che è una specie di autorità nel campo.... :-)

      Elimina
  9. ehm... nella mia libreria convivono pacificamente Kinsella e Pavese, Weisberger e Primo Levi...e ovviamente questo l'ho letto... insieme a tanti altri!!! ;) per un momento di evasione sono perfetti!!!

    RispondiElimina
  10. Il mondo è bello perché è vario,io sto leggendo Il maestro e Margherita.

    RispondiElimina
  11. La serie I love shopping della Kinsella proprio non mi piace, per il resto leggo un po' di tutto. Ultimamente ho finito La sorella della sposa di Kristan Higgins. E' il secondo che leggo di questa autrice e mi piace come scrive, c'è la parte romantica ma la storia delle protagoniste (che non sono svampite ma ottime professioniste) è ben costruita

    RispondiElimina
  12. A me i libri della Kinsella non sempre piacciono, a volte li trovo un po' troppo tutti uguali. Questo però mi è piaciuto molto, è senz'altro uno dei migliori!

    RispondiElimina
  13. Non ho mai ,etto niente di questo genere ma se dovessi cominciare inizierei con la Kinsella :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo mi manca... la kinsella non mi spiace

      Elimina
  14. Te lo prometto: quest'estate io e la Kinsella ci conosceremo! :)

    RispondiElimina
  15. Io non ho pregiudizi nei confronti dei chick-lit, ma non penso di averne mai letti, perché semplicemente non sono il mio genere: preferisco dedicarmi ad altro.
    L'unica volta che ho provato a leggerne uno, però, mi sono buttata proprio su questo titolo, incuriosita dal fantasma... e purtroppo in questo caso non sono proprio d'accordo con te: ho abbandonato il libro dopo 150 pagine. Non riuscivo proprio a sopportare la protagonista ><

    RispondiElimina
  16. e come dimenticare la mitica bridget jones?
    io sono una lettrice supereclettica, e affianco ai miei amati classici russi e a zia Jane di tutto, di piu'...a patto che la lettura resti sempre un viaggio di scoperta e un piacere ;)
    un abbraccio Straw

    RispondiElimina