21 commenti
  1. Ciao fragolina.. in bocca al lupo per il tuo lavorino! <3

    RispondiElimina
  2. Io non l'ho letto il libro, ma seguirò comunque i commenti! :)

    RispondiElimina
  3. Bello il banner che hai creato.

    RispondiElimina
  4. preso in biblioteca venerdì :)

    RispondiElimina
  5. cara ti ho pubblicata lunedì :) baci

    RispondiElimina
  6. Che brave! Buona lettura!

    Bacio e buona serata!

    RispondiElimina
  7. Iniziato. Mi incuriosisce assai.
    Che ti posso rubare il banner??

    RispondiElimina
  8. Letti gli otto capitoli.
    In queste prima sessanta pagine, circa, sono andata in tilt per gli infiniti nomi di persone e città che si incontrano. Ho paura che dovrò dare un'occhiata alla cartina degli Stati Uniti, geografia non è mai stata il mio forte, così a volte leggo di città che non saprei dove collocare. Non sapevo nemmeno dove fosse Denver! Ora lo so, già è qualcosa, no?
    Non so se a lungo andare lo stile di Kerouac mi piacerà.

    RispondiElimina
  9. Anch'io come La Frufru devo munirmi di cartina degli USA! Comunque per ora ho superato lo scoglio di pagina 14 (dove mi ero fermata la prima volta che ho provato a leggerlo) e devo dire che mi piace abbastanza. Soprattutto se penso che lo ha scritto in 3 settimane senza neanche correggerlo. Ho quasi finito la prima tappa, appena aggiungete altri commenti vi dico le mie impressioni sui personaggi. Brava Strawberry, io da sola non sarei mai riuscita a riprenderlo in mano!

    RispondiElimina
  10. ragazze ne sto preparando una io di cartina...mi mancano poche pagine e ho finito anche io la prima tappa...commenterò a lettura ultimata e vi darò il link della cartina (la sto facendo con google maps)!

    RispondiElimina
  11. Finita la prima tappa! Beh, il primo capitolo in effetti è impegnativo perchè bisogna entrare nella scrittura di Kerouac, tipicamente da Beat Generation. Io, per fortuna, ho fatto il rodaggio con Salinger qualche anno fa e quindi è stato meno estraniante di quanto in realtà sia. La parte del viaggio mi ha preso tanto. Mi immaginavo il protagonista su queste strade d'America e questi curiosi personaggi che incontrava...davvero molto affascinante. I personaggi del libro sono tutti degli svitati e si scoprono pagina dopo pagina. Mi intriga l'energia che emerge già da queste loro prime apparizioni, la vivacità, la loro giovinezza e il desiderio di libertà. Insomma, come inizio direi che è andato bene, la scrittura mi piace, i personaggi mi incuriosiscono e il tema del viaggio lascia spazio a molteplici scenari. Vediamo come va...

    Ah! Ho preparato la cartina con gli spostamenti di Sal: http://maps.google.it/maps/ms?msid=218096424672783397175.0004bf164078a9c4e0cb1&msa=0&ll=42.650122,-88.857422&spn=17.535198,43.286133

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è vero, bisogna digerire lo stile un po' scarno e frenetico per poter apprezzare il romanzo. A dire il vero nelle pagine che abbiamo letto questa settimana non succede molto, Sal è in attesa di raggiungere Denver e conosce qualche disperato nei frequenti passaggi in autostop, ma per il resto sembra dirci che l'avventura vera deve ancora cominciare. La prossima settimana potremmo vederne delle belle!

      Elimina
  12. Abbastanza impegnativi i primi capitoli tra nomi di persone e di città, ma interessante.

    RispondiElimina
  13. Per me è il primo libro della beat generation, poi comincio proprio con quello che è diventato il manifesto...
    Già dall'inizio del libro, come dice Strawberry, si respira quest'aria di libertà, di voglia di fare, di vedere, di sapere.

    Grazie per la cartina! Moooooolto utile!

    RispondiElimina
  14. Ho fatto un piccolo riassunto della prima settimana del GDL UFG Book Club, per tenerne traccia nel mio blog. Se vi interessa, questo è il link: http://librisucculenti.blogspot.it/2012/05/ufg-book-club-week-1-sulla-strada-di.html
    Sono curiosa di leggere altri commenti, che ne pensate? Io non sono ancora entrata davvero nella storia, ma mi incuriosisce perché Dean è vulcanico e fa mille progetti... chissà se Sal lo seguirà?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti l'avventura vera e propria deve ancora iniziare..ma lo spirito non manca a nessuno di loro...dai che domanda si riprende con la seconda tappa..vengo a vedere il post!!

      Elimina
  15. mi sa che queste prime pagine sono il prologo dell'avventura vera e propria... e le ho trovate un po' noiosette. forse anche per la difficoltà di non conoscere assolutamente il genere ed essere ignorante completa della geografia degli states: roba da vergognarsi!

    son curiosa però di vedere come procederanno i prossimi capitoli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ti può aiutare, ho preparato un mappa con i movimenti negli States! ;-)

      Elimina
  16. Non vorrei essere ripetitiva ma ho trovato anche io seria difficoltà nel ricordare tutti i nomi dei personaggi,per non parlare della collocazione dei luoghi...considerato che le mie letture si sono orientate su generi letterari totalmente diversi(vedi Sparks),l'ho trovato un pò eccessivo in alcune parti.Dean è sicuramente una figura prorompente mentre il povero Sal mi è apparso un pò tontolone...
    Ma siamo solo all'inzio di questo lungo viaggio...chissà cosa succederà!
    Buona lettura a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dean secondo me ce ne farà vedere delle belle...credo che il personaggio di Sal abbia un profilo più basse in quanto voce narrante...cmq vedremo come si evolvono i personaggi...
      La letteratura beat è in effetti particolare, un pò caustica soprattutto se non lo si conosce affatto o se si è abituati a generi dove il manifesto ideologico è meno preponderante...

      Elimina