9 commenti
  1. Terminata questa quinta tappa! Siamo arrivato, credo, al clou della storia...Sal dopo la deludente esperienza della volta precedente torna a Frisco per trovare il suo amico Dean sempre più nei guai e sempre più fuori...anche i suoi amici non possono fare a meno di biasimarlo...Dean appare uno di quei personaggi che nelle compagnie di amici per anni è lodato per la sua genialità e conformismo, la capacità di far ridere tutti e di fare cose folli e controcorrenti, ma che poi negli anni viene visto come un matto, un fuoricasta, un peter pan mai cresciuto, uno sbandato senza futuro e viene allontanato...solo Sal continua a guardarlo con meraviglia e ammirazione, considerandolo ancora un uomo libero da ogni convenzione...on lui intraprende un nuovo viaggio, quasi come a voler far tornare Dean agli antichi splendori...ma anche Sal comincia a temere l'amico e l'influenza che ha su di lui..."Stavo correndo per il mondo senza una chance di vederlo, insieme con quello scalmanato di Dean" dice Sal, ma intanto riprende il viaggio, l'unica cosa che per lui conta, dato che "la strada è la vita"...
    Alla prossima tappa!

    RispondiElimina
  2. ora non rimane che chiedersi quando risalterà fuori marylou!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto..perché tanto sicuro che esce di nuovo fuori...

      Elimina
  3. Il feeling con questo libro non è scattato. Quest'avventura in fin dei conti mi sembra avventurosa fino a un certo punto. Dean mi ha fatto un po' tenerezza in quest'ultima parte, mentre Sal lo trovo di una noia incredibile. Ce l'avrà un carattere sotto sotto? No, perché finora vive, agisce e viaggia solo in funzione delle idee di Dean praticamente.

    RispondiElimina
  4. ragazze sono indietro con la lettura,ho dimenticato il libro in ufficio e non sono riuscita a leggere i capitoli 4 e 5;comunque il mio pensiero si avvicina molto a quello di frufru e anche a quello di Galatea...non è il genere di viaggio che immaginavo e non mi piace il fatto che Sal sia totalmente succube di Dean...
    baci a tutte

    RispondiElimina
  5. concordo: più che un viaggio di crescita mi sembra solo uno spostarsi continuamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! Mi hai tolto le parole di bocca!

      Elimina
  6. Anche questa settimana nessuna novità di rilievo: Dean si è riconfermato un pazzo e mi ha fatto veramente pena l'episodio con suo cugino. Kerouac perde tempo a raccontare di noiosissimi viaggi in macchina ed incontri senza spessore (come i vagabondi, il poliziotto di Des Moines etc.), ma poi condensa in due frasi le storie più particolari, come l'incontro con Inez e la nascita della figlia di Dean. Sono un po' delusa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, questa è la quinta tappa...la sesta è più su...ma lo ricopio là don't worry...:-)

      Elimina