22 commenti
  1. che bello....ma questo circolo di lettura è aperto a tutte quante...mi farebbe davvero piacere partecipare ^^
    kiss

    vendy

    ps: new first outfit post
    http://www.simplelifeve.blogspot.it/2012/09/outfit-last-sunny-day.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le iscrizioni sono state chiuse il 16 settembre, tuttavia puoi tranquillamente aggiungerti se ti va e leggere insieme a noi...ci fanno sempre piacere nuovi compagni di avventura! ^^

      Elimina
  2. Io continuo ad essere curiosa di sapere cosa ha combinato Minnie alla torta, eheheh!! :)

    RispondiElimina
  3. questo libro me lo devo segnare! sembra proprio carino!

    RispondiElimina
  4. Sto continuando a leggere anche se il libro è talmente bello che fatico a leggere solo 60 pagine :)

    RispondiElimina
  5. Terminata la seconda tappa. Qui ormai siamo nel vivo della storia, tanto che nell’ultimo capitolo letto Skeeter propone a Aibileen di aiutarla con I suo progetto d un libro sulla vita delle domestiche. Skeeter è il personaggio che impariamo meglio a conoscere in quest capitoli. Scopriamo quali sian suoi sogni e quale sia la sua vita con una madre che vuole solo vederla sposata e non dà la minima fiducia alle qualità della figlia. Sarà l’incoraggiamento di un’estranea a far uscire la ragaza da quello stato ristagnante in cui era finia dopo la laurea. Osservand la madre di Skeeter e anche le sue amiche mi ferm a pensare a quanto la vita delle donne fossetristemente insulsa allora. E rimango sempre scomcertata di fronte alla’atteggiament delle donne dell’epoca, un atteggiamemto che va oltre la rassegnazione, ma diventa placida accettazione di un qualcosa che viene data come giusta a priori. “si fa così”. Punto. Così, pur conoscendo le implicazioni storiche eculturali, m viene sempre da pensare che noi donne siamo spesso le nostre prime nemiche. Questo romanzo al femminile lo mette in evidenza. Skeeter rappresenta il cambiamento e spero proprio Aibileen si lascerà convincere…

    RispondiElimina
  6. Letti i capitoli di questa settimana, è stato difficile fermarsi!
    Ho provato una dolcezza infinita nel leggere i meravigliosi rapporti creati da Aibileen e Costantine con le "loro" bimbe, e penso che siano proprio la chiave di lettura con cui l'autrice, in questa prima parte, decide di mostrarci il paradosso di quella società. Dell'assurdità della teoria di una superiorità bianca che si infrange così chiaramente davanti all'umanità di queste signore di colore che crescono le figlie degli altri.
    Per quanto riguarda l'argomento "donna", purtroppo è vero quello che dice Strawberry, è sempre esistita una sorta di accettazione femminile passiva davanti alle imposizioni di secoli di storia... troviamo ancora l'eco di quelle idee nella generazione dei nostri nonni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo. Tanta tenerezza e umanità rendono ancora più evidente la follia di una società segregazionnista...

      Elimina
    2. scusate la doppia n e gli errori sopra...devo fare un corso di scrittura con l'ipad...

      Elimina
  7. Skeeter è decisamente il mio personaggio preferito, mi piace il suo anticonformismo :)

    RispondiElimina
  8. bellissimi proseguimento! devo dire che delle tre però mi fa molto ridere minny!^^ dopo la proposta di skeeter è decisamente rivoluzionaria.. sarà difficile farla franca! aibileen credo proprio che accetterà..alla fine deciderà di cambiare le cose! altrmenti il libro non potrebbe andare avanti non trovate?
    la storia del bagno mi mette rabbia!!!!! mentre adoro ogni volta che "parla" mae mobley mi addolcisco!tenerissimo il rapporto con aibileen! che voglia di continuare!^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la storia del bagno è davvero tremenda... che rabbia davvero...

      Elimina
  9. Finito.
    Skeeter è fantastica. Finalmente una donna bianca adulta come si deve, una che sarebbe strana e anticonformista anche se non si mettesse a dialogare coi negri, anche se non provasse schifo per l'idea di Hilly a proposito della necessità di avere in casa un bagno esclusivamente per la donna di servizio.
    Aibeleen e Skeeter saranno una bella coppia. Due donne con la D maiuscola, una piena di un dolore che si fonde con la rabbia e l'altra piena di volontà e di speranza di poter cambiare qualcosa in quella cittadina così statica.
    Mae Mobley è fantastica, dolce e sincera come tutti i bimbi e anche se non sarà mai una reginetta di bellezza mi auguro almeno che sarà una donna bianca in gamba, dignitosa e forte, come l'amica della sua mamma. Forza Skeeter!

    RispondiElimina
  10. Concordo con quello che avete detto su Skeeter: è davvero triste pensare a come vivevano le donne in quegli anni.
    Sono però contenta che abbia trovato il modo di reagire nonostante la madre si preoccupi solo di trovarle marito (e così anche le sue amiche): credo proprio che sia l'inizio di una rivoluzione femminista. :)
    Sono anche molto curiosa di scoprire che fine abbia fatto l'ex domestica alla quale era tanto affezionata.
    E tifo per Aibileen, che spero si prenda la rivincita su Miss Leefolt!! (anche se lei, purtoppo come tante, è solo vittima di una società chiusa)

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Finiti i quattro capitoli della settimana non mi rimane che andare avanti con la storia, ho paura ahimè, di conoscere già il perché Skeeter sia così alta, perché Costantine sia stata licenziata, e perché la madre di Skeeter voglia sempre lisciarle i capelli.
    Premetto che sono molto, molto esigente dalle storie che leggo, se diventano troppo ovvie (e ho paura che questa lo sarà) mi annoiano.
    Nulla da dire invece per il nuovo cambio di registro. Ogni personaggio è ben caratterizzato, chi cerca a tutti costi di barricarsi dietro le apparenze con futili paure sul vestito, chi sa che esiste un limite invalicabile, che nemmeno col permesso dei padroni può essere sorpassato, e chi vuole fare un lavoro che una donna non 'dovrebbe' fare. Scelta coraggiosa. Io tifo per lei, credo che sarà dura. Ma chi la dura la vince.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh più che ovvietà sulla storia, direi che sono vicende che ri sono reiterate nella Storia per molto tempo...a questo punto anche la storia di Via col vento (dato che viene citato nel libro) presa di per sé non ha nulla di originale...a volte non è il cosa ma il come a fare la differenza...vediamo come va...siamo solo all'inizio...

      Elimina
    2. concordo con te strawberry, in non la trovo ovvia, anzi mi sembra che si stia addentrando sempre più in qualcosa di profondo..stiamo a vedere!cmq mi piace molto!

      Elimina
  13. Ragazze mi perdonerete ma sto dormendo...e questo non era nei miei propositi!
    Sono in ritardo non ho acora finito la seconda parte ma conto di recuperare prima del 18 novembre(data del mio compleanno tra l'altro).
    Comunque le tre protagoniste mi garbano assai...mi incuriosice tanto sapere che fine ha fatto Costantine...
    un abbraccio a tutte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Betty non ti preoccupare, i tuoi commenti, ritardatari o non, mi fanno sempre piacere...:-)

      Elimina
  14. All'inizio pensavo che Skeeter fosse solo un po' timida, ma simile per indole alle sue amiche, essendo cresciuta in un ambiente rigidamente conservatore. Invece, quando rivela le sue intenzioni di scrivere un libro sulla condizione delle domestiche nere nel Missisipi, ecco che emerge anche l'importanza avuta da queste ultime nell'educazione e nell'apertura mentale delle nuove generazioni. Aibileen è, a mio parere, la Constantine del presente: forse è per questo che è a lei che Skeeter rivela per prima il suo progetto. Nell'inconscio, secondo me, è la persona più simile a Constantine che abbia mai incontrato: dolce, non irruente come Minny ma allo stesso tempo capace di tenere in pugno la situazione e gestire le crisi famigliari. Ma la cosa più importante è un'altra, ovviamente: è l'insegnamento della tolleranza verso il prossimo, l'idea dell'uguaglianza tra le persone ad essere indelebile nelle menti dei giovani di jackson, o almeno questo è quello che si aspetta Aibileen da Mae ed è quello che è successo a Sketeer.

    RispondiElimina