7 commenti
  1. Non ho mai letto Sepulveda, mi pare. Temo sia arrivato il momento di riparare a questa mancanza.

    Buon venerdì!

    RispondiElimina
  2. Anche io non ho mai letto Sepulveda ma questo libro mi incuriosisce abbastanza!

    RispondiElimina
  3. Mi ci metto pure io, di Sepulveda ho letto solo il famoso "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare" :)

    RispondiElimina
  4. Non sono andata oltre il Sepulveda "favoliere", ma voglio farlo.
    Buon week end!

    RispondiElimina
  5. Che bella recensione, Sepulveda mi è cosi' caro da tanto tempo ormai, sentire il suo nome mi fa sentire a casa. Non vedo l'ora di leggerlo, sai che ogni cosa che tu scrivi non fa altro che mandarmi in rovina. Scherzi a parte, ogni tuo spunto mi sembra come una mancanza che non posso non colmare immediatamente. Un giorno se avro' il piacere di conoscerti ti terrò prigioniera per un pomeriggio intero a parlare solo di libri.
    Ciao Sabi :)

    RispondiElimina
  6. Mi segno subito questo titolo. :)

    RispondiElimina
  7. Non conoscevo questo titolo di Sepulveda! Grazie per la bella recensione, mi hai proprio incuriosita!

    Però a me l'erva mate non piace, troppo amaro! :)

    RispondiElimina