#nostalgiaportamivia: le 10 cose degli anni ‘90 che ci mancano di più

by - 13:42

anni-90-copertina

Che il trend “nostalgia canaglia” avesse conquistato tutti lo sappiamo già da tempo. Cinema, serie tv, moda, musica… siamo circondati da prodotti che rilanciano tendenze in voga almeno due decadi fa e che accogliamo tutti come entusiasmo. Sarà che il mondo di oggi ci appare più brutto, sarà che è tutto una crisi delle (poche) certezze che ancora avevamo, sarà che a crescere negli anni ‘80 si rimane traumatizzati e se non l’hai vissuto non puoi capire, sta di fatto che sempre più volgiamo lo sguardo verso il passato in cerca di ispirazione o, più semplicemente, di consolazione.

I-still-think-1990-is-10-years-ago

Il marketing nostalgico resuscita cose che credevamo (con grande dispiacere) morte e sepolte, con l’aiuto anche dei social media, che alimentano l’entusiasmo generale facendo la ola tra tweet, like, e hashtag. L’ultimo eclatante caso è stato quello del Winner Taco, il cui ritorno è stato annunciato da Algida attraverso la loro pagina Facebook, giustificando la decisione, in un atto di ruffianeria che più esplicito non si può, come risposta alla vera e propria sollevazione popolare che si è mossa sul social a favore di questo ritorno. E mentre su “faccia di libro” le varie pagine dai titoli più vari come “W gli anni ‘90”, “Quelli che negli anni ‘90…” “Noi nati negli anni ‘80/’90” se le stanno dando di sana pianta per ribadire la paternità di tale idea, noi non possiamo che considerare l’intera faccenda come un Epic Win(ner).

winner taco torna

Insomma gente, c’è tanta voglia di anni ‘90 in giro. L’hanno capito persino quelli di Microsoft, i quali per rilanciare Internet Explorer realizzano un spot destinato a tutti coloro che erano bambini negli anni ‘90 e sui loro bei computeroni avevano il browser di Microsoft come unica opzione per navigare su internet. Internet Explorer era Internet, c’è poco da fare. Ma i tempi sono cambiati e allora ecco scendere in campo floppy disk, modem 56k, yo-yo, marsupi, walkman e tutti quegli oggetti la cui sola visione provoca istantanea la lacrimuccia e la voglia di tornare a quando la nostra preoccupazione maggiore era non perdersi una puntata di Sailor Moon (non mi viene in mente il parallelo maschile, credo Dragon Ball ma non sono sicura, ditemelo voi!) o a quando Dylan e Brenda erano “la coppia” e quella gatta morta di Kelly poteva solo rosicare (vabeh, miei follower di sesso maschile, qua siete capitati male, abbiate pazienza).

Forse non ti ricordi di noi, ma ci siamo conosciuti negli anni ’90.
[...]Sei cresciuto. E così abbiamo fatto noi.

Ce la farà Internet Explorer a convincere noi ragazzi degli anni’90 a tornare a usare il “Browser”? Chi lo sa, però un applauso ve lo meritate perché lo spot è stupendo.

the-90s_will-smith

In una tale atmosfera da revival era difficile resistere alla tentazione di non aprire la scatola dei ricordi. E da quel che è saltato fuori ho realizzato che qualcosa da salvare di questi anni ‘90 c’è eccome.

LE 10 COSE DEGLI ANNI ‘90 CHE CI MANCANO DI PIÙ

1. Il Dolce Forno

Il Sacro Graal di tutti i giochi desiderati dalle bambine di quegli anni. L’ho sognato per anni, sperando che Babbo Natale decidesse di fare meno lo str**** e leggesse finalmente le mie letterine. La pubblicità di allora prometteva grandi quantità di tortine e dolcetti da sfornare con cui sfamare reggimenti interi. Io, in realtà, ero più incline a una cucina “sperimentale”, diciamo, tipo del pongo che esplode nel forno o strani intrugli che Walter White di Breaking Bad avrebbe dovuto prendere appunti. Ok, dopotutto è stato un bene che i miei parents non me l’abbiano mai regalato.

Dolce-Forno-Cucinare

2. Il Soldino

Il motivo principale per cui mangiavamo questa merendina del Mulino Bianco non era la merendina in sé, tutto sommato nella norma, quanto per il piacere puro che solo l’attesa ti dona di conservare per ultimo il dischetto di cioccolato, il soldino appunto, in cima alla merenda. Godurioso.

Soldino_mulino_bianco

3. Le figurine Panini

Ho avuto l’album delle figurine di qualsiasi cosa, da quello scontatissimo di Barbie e Sailor Moon, a quello delle Tartarughe Ninja, di Aladdin, La Bella e la Bestia e chi più ne ha più ne metta. Con le mie amiche tentai persino di finire l’album dedicato al film Titanic perché eravamo tutte innamorate di Leo. E se qualcuno si stupisce mi venga concesso di fare il punto: era il 1998, ero alle medie e a quell’epoca avere 12/13 anni non significava ancora sculettare in giro, inoltre il fenomeno Titanic/Di Caprio in termini di fan aveva dimensioni inimmaginabili e il fatto che ora Leo sia un grandissimo attore riscatta di poco la cotta al di fuori di ogni logica che avevamo in quegli anni. Che tempi.

LeoDicaprioLeibovitz

(perché un cigno, perché? I misteri degli anni ‘90…)

So che gli album di figurine esistono ancora, ma l’impatto che hanno ora sulle vite dei bambini non è paragonabile a quello che hanno avuto sulle nostre, quando la loro magia stava tutta in una parola, che in realtà erano due ma che avevano finito per fondersi insieme e creare una sorta di formula capare di rendere magica ogni nostra ricreazione: “celocelomanca”. Gli scambi di doppioni hanno segnato le future carriere di molti più fanciulli di quanto ci si possa credere. Ah, quelle bustine che si compravano in edicola, mamma mi ricompensava addirittura con 5 pacchetti al ritorno dai colloqui con le maestre (sempre stata brava a scuola…elementare) e io li scartavo come se all’interno ci fosse la chiave della felicità. In fondo a ben pensarci, c’era davvero.

album-figurine-panini

4. Piccoli Brividi

Io da piccola ero una fifona ma pur di non farmi prendere in giro dagli amici ne comprai un paio. Non erano male. E all’epoca era impossibile non averli. Colorati, con i titoli in rilievo e lucidi, soddisfacevano il desiderio di ogni ragazzino di spiare da sotto le coperte se quell’ombra è davvero la lampada sulla nostra scrivania o il braccio di un mostro, senza avere troppi effetti collaterali. E poi li leggevano tutti, anche chi non apriva mai libri. Capito signori editori?

piccoli-brividi (1)

5. Il Crystal Ball

Con Crystal Ball ci puoi giocare… e tante cose puoi inventare”. In fondo era un gioco semplice. Soffiavi dentro una cannuccia e ottenevi tanti palloncini colorati fatti di quella sostanza che permetteva di attaccarli l’uno all’altro e dare libero sfogo alla propria fantasia. Io e mia sorella lo avevamo rosso e blu; io adoravo il rosso (ma va?) e l’antipatica non mi ci faceva mai giocare!

crystal ball

6. Le Dr Martens e lo stile grunge

Al momento sono in piena fase revival e io ne sono felicissima, perché le adoravo. Non so quante ore ho speso per convincere mia madre a comprarmi le Dr Martens, alla fine l’ho presa per sfinimento e una volta ottenute le ho indossate sempre e ovunque, mancava poco ci andassi anche a letto! Erano da qualche anno missing, ma quest’autunno eccole ritornare in gran spolvero.

 dr martens

Big comeback anche per lo stile grunge, ovviamente rivisitato ma a me piaceva tanto anche sulle ragazze di quegli anni, unico stile che si salvava in quella debacle che è la moda anni ‘90. Let’s grunge!

London-Grunge_main_image_object

7. La Tata

Insieme a Friends e Willy il principe di Bel Air, La Tata è la sitcom anni ‘90. Lo scorso novembre la serie ha compiuto vent’anni e il suo status di cult è innegabile. Partita nel 1993, la serie è andava avanti per ben sei stagioni fino al 1999, realizzando 146 irresistibili episodi. In Italia il telefilm arriva nel 1995, dove Fran Fine, ragazza americana di famiglia ebraica, diventa Francesca Cacace, una ciociara di Frosinone che vive con gli zii Assunta e Antonio (nella versione originale sono i genitori mentre zia Yetta  altri non era che la nonna!). L’idea di stravolgere completamente personaggi e dialoghi doveva servire a favorire l’affezione del pubblico al personaggio, rendendolo più vicino alla loro realtà, da cui la cultura delle famiglie ebraiche in America si distaccava troppo. Nonostante i ribaltamenti, l’adattamento italiano a opera di Massimo Corizza e Guido Leoni si è rivelato un’operazione di grade successo, che ha conquistato il pubblico e ha permesso a The Nanny (questo il titolo originale) di diventare uno dei telefilm più amati dagli italiani. Tata Francesca è uno dei miei miti personali, oltre il sintomo palese che la mia dipendenza da serie tv ha radici profonde, e sfido chiunque a rivedere una puntata oggi e a non riderne ancora. Io non resisto: anche se vedo Niles fare uno dei suoi scherzi a C.C. Babcock per la centesima volta, io mi rotolo dalle risate. Meno male che esistono le repliche!

la_tata_The-Nanny-

la tata

8. Puzzle Bobble

Ok, alzi la mano chi non ha perso ore, gettoni e tutta la pazienza del mondo davanti a questo videogame. Era ed è uno dei miei punti deboli. Ricordo ancora le mie estati al lido, quando ero abbastanza grande da non accontentarmi più di secchiello e palette: bagno in mare, ad asciugarmi un po’ al sole con un libro e poi di corsa al bar del lido dove bisognava fare la fila per giocare. E quando arrivava il tuo turno, un ber respiro e via! I primi livelli erano di una facilità imbarazzate, ma poi il muro di palline si faceva sempre più basso e pieno di colori e ci volevano le migliori tecniche, agilità e un occhio attento a individuare la giusta angolazione per inserire quella dannata pallina bianca proprio in quell’angolo lì, tra la rossa e la gialla, per far esplodere tutto e vincere il livello. E se ci riuscivi ti sentivi da dio.

Puzzle Bobble

9. Oasis e Nirvana

In Inghilterra ho assistito a scene indimenticabili di inglesi ubriachi del weekend che cantavano Wonderwall a squarciagola e la voce smorzata dalla commozione. E come dar loro torto: Wonderwall, brano del 1994, è ancora capace di darti i brividi e non ha perso un grammo della sua bellezza. Il pezzo più rappresentativo degli Oasis e il video più famoso degli anni ‘90. Nel 2009 la band si scioglie definitivamente: la loro musica mi ha accompagnato per tutta l’adolescenza e oltre, ma (What's the Story) Morning Glory? avrà sempre un fascino speciale per me, per essere uno degli album più belli degli anni ‘90, così come quell’atmosfera brit-pop con cui sono cresciuta e che non mi ha più abbandonato.

Ai Nirvana ci sono arrivata solo verso la fine degli anni ‘90. Eppure li avevo in mente come un sottofondo costante della mia vita da bambina, se ci penso ci sono sempre, li ascoltavano quelli più grandi e probabilmente questo mi ha inevitabilmente condotto a cercarli quando sono diventata più grande e ho affinato un po’ i miei gusti musicali. Kurt Cobain si toglie la vita nel 1994 a 27 anni, i Nirvana si sciolgono, Dave Grohl fonda i Foo Fighters, ma la musica dei Nirvana resterà non solo a segnare una decade ma anche una tappa importante della storia della musica internazionale, il cui valore il prossimo 10 aprile verrà finalmente riconosciuto con l’inserimento della banda nella Rock and Roll Hall of Fame. Aprile è anche il mese in cui decorrono i vent’anni dalla morte del leader dei Nirvana e dal 20 febbraio 2014, data della sua nascita, la figura di Cobain sarà celebrata ogni anno a Aberdeen, la città natale del cantane, con il “Kurt Cobain Day” che prevede concerti, incontri e spettacoli. Un segno inequivocabile di quanto la sua figura sia ormai leggendaria.

Nirvana-1993-poster

10. Daria e Dawson’s Creek

Quando MTV non era ancora un covo di mamme teenager e tamarri senza vergogna, l’emittente produceva e mandava in onda cose interessanti. Tra queste c’era di sicuro Daria, nato nel 1997 come spin-off di Beavis and Butt-head, che però a me non piaceva. Daria invece si, e tanto anche. Adoravo il suo sarcasmo, il suo essere outsider che le permetteva di dire le cose così come stavano, persino il suo lato estremamente cinico... sarcasmo e misantropia suonano cosi 90s, vero? La storia di Daria ripercorreva tutte le imbarazzanti fasi dell’adolescenza ed è per questo, forse, che ormai il suo è un vero e proprio personaggio di culto. La serie termina nel 2002, primi anni del nuovo millennio, una fase di transizione che segna la fine di tutti gli strascichi degli anni ‘90.

daria

Nel 2003 finisce anche Dawson’s Creek, una serie che ha segnato la mia generazione come poche altre. Ancora me lo ricordo il primo episodio, con Joey e Dawson nella stanza di lui, lei che esce dalla finestra, i poster di Steven Spielberg, l’adorabile fanfarone Pacey, il mio personaggio preferito di sempre, la bad girl Jen e tutti gli altri venuti dopo. A dir la verità, mi mancano soprattutto le prime stagioni, in quel di Capeside. Quando i ragazzi vanno all’università tutto era già diventato un gran minestrone e solo il mio sentimentalismo nei confronti dei personaggi mi ha spinto a vederlo fino alla fine. Quando ci cresci con una serie, è dura guardarla in modo oggettivo. E Dawson’s Creek rimarrà sempre nel mio cuore non solo come serie in sé ma per tutto quello che gli ruotava attorno: i pomeriggi con le amiche, i commenti a scuola il giorno dopo sull’episodio visto la sera prima, i dibattiti infiniti se era meglio Dawson o Pacey o addirittura Jack e tanto altro ancora… la sua conclusione è stata davvero la fine di un’era.

dawson-s-creek-cast_980x571

Gli anni ‘90 hanno segnato la mia infanzia e adolescenza. E a guardarli da qui, mi sembrano improvvisamente meno terribili di quello che ricordavo.

Certo, non tutto quello che abbiamo visto in quegli anni merita un ritorno. Piuttosto una lobotomia. Quindi, per sdrammatizzare un po’ il tono malinconico del post e contestare apertamente il trend del momento che riporta in auge certi orrori, ecco una lista delle cose anni ‘90 che non ci mancano affatto:

  • le collanine strangolatrici: quelle tipo collare, che sembrava volessi strozzarti da sola
    collanina anni 90
  • i codini o mini chignon: 4 o 5 obbligatori. Li portava Gwen Stefani quando cantava nei No Doubt e ultimamente ci ha provato Miley Cirus a riportarli in auge. Ehm no.
    3020542
  • le mollettine a forma di farfalla: in genere tutte quelle mollettine colorate che tutte si mettevano tra i capelli… imbarazzanti!
    90s-fashion-06
     
  • Il bomber: lo odiavo. E hanno avuto anche il coraggio di farlo tornare!
    bomber1
  • lo zainetto: se non avevi uno zainetto eri out! Da usare sempre, in qualsiasi occasione, con qualsiasi dress code. Quando guardo certe foto, piango.
    zainetto 90
     
  • la riga al centro: oddio orribile!
    riga al centro
  • I ciucciotti: erano dappertutto, ne avevamo le tasche piene (e non solo quelle)!
    i-ciucciotti
  • I pantaloni a vita alta… anzi ascellare!
    beverly-hills-90210-tv-14
  • Le treccine… il disagio
    treccine
  • Gli occhiali dalle lenti colorate, altro mistero a cui non troveremo mai riposta
    occhiali colorati

E voi? Quali sono le cose che vi mancano di più degli anni ‘90? E quelle che vi mancano meno o per niente?

     

Ecco Dawson s’è commosso pure lui… adoro questa gif! #oldbutgold

You May Also Like

43 commenti

  1. sai che non ho mai mangiato un winner taco e il soldino?

    adoravo sailor moon e soprattutto beverly hills: una mia amica mi ha regalato una felpa con scritto 90210 al compleanno e mi piace tantissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fico! Allora anche tu sei in fase revival... voglio una foto con quella felpa! ;-)

      Elimina
  2. Il soldino l'ho visto solo negli articoli che parlano degli anni '90, ma credo di non averlo mai mangiato... Però mi ricordo i lecca lecca che coloravano la lingua, quelli con il fischietto, il ghiacciolo con dentro il chewing-gum e tante altre cose strane :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. c'era un sacco di cose strane negli anni '90... i lecca lecca a fischietto erano mitici!
      Il soldino io l'ho mangiato più e più volte e adoravo quella moneta di cioccolato! :-)

      Elimina
    2. E gli Scooby Doo attaccati allo zaino? Che ridere...

      Elimina
  3. AAAAAAAAAAAh la collana strangolante! Che risate mi hai fatto fare, le portavano tutte e dico TUTTE le ragazze a scuola mia! :)
    Ma poi che ricordi il Winner Taco (evvai che ritorna!) le letture dei Piccoli Brividi, il palloncino Crystal Ball che durava due minuti poi ti veninva voglia di accartocciarlo! Ma la sezione programmi Tv con quelle stupendezze tipo Scommettiamo Che? Luna Park, Festivalbar, Ok! Il prezzo è giusto? No, via vado a piangere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! Ma dovrei fare una classifica a parte... e non dimentichiamoci il mitico Giochi senza frontiere! :-D

      Elimina
  4. questo post è fenomenale! mi ha fatto fare un bel tuffo nel passato!
    le figurine Panini e Crystal Ball! ahhh :D
    Io avevo persino il diario di Di Caprio. Che orrore. Senza offesa Leo! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di CB fanno ancora la pubblicità dell' epoca XD che forse è addirittura di 30 anni fa! Boh!

      Elimina
  5. Il Winner Taco ammetto, ahimè, di non averlo forse mai mangiato, ma di Soldini ne ho fatte di scorpacciate .. e tutto, è vero, per il cioccolatino sopra!
    E come dimenticare gli scatoloni di album delle figurine?!? Ammetto che l'ultimo l'ho fatto una decina di anni fa: era quello di Vasco Rossi!

    RispondiElimina
  6. Questo post mi provoca un sospiro ad ogni punto.
    Stupendo, mi hai fatto viaggiare nel tempo e mamma quante cose avevo dimenticato.
    Mi mancano un po', si, anche le mollette a forma di farfalla.

    Il winner taco, non vedo l'ora :)
    Questo post è formidabile!

    RispondiElimina
  7. Oddio, sono quasi in lacrime!!!
    Il soldino manca terribilmente anche a me ;) E "La Tata"… credo di non aver mai più riso così tanto con un telefilm (il mio preferito era Niles).
    Però io al posto di Dawson's Creeck, che non mi ha mai preso più di tanto, metterei Beverly Hills 90210. Avevo persino la t-shirt di Dylan O.o
    Ah, poi nella mia personalissima classifica occuperebbero i primi posti Sailor Moon (che adoro ancora oggi a 30 anni suonati), i Take That (a 12 anni sragionavo, lo so) e le collane Gaia Junior e Gialli Junior Mondadori (ne ho letti una marea).
    e poi… e poi potrei continuare in eterno, quindi è meglio se mi contengo un po' :-D

    RispondiElimina
  8. Considerato che periodicamente entro in modalità "nostalgiaportamivia" questo post sembra fatto apposta per me! Io ci tornerei al volo a quegli anni, mollettine e micro zainetti compresi!! Daria la adoravo, epure Dawson's Creek, ricordo che lo mandavano in onda in prima serata e la mattina dopo durante l'ora di ginnastica io e le mie compagne facevamo il dibattito sull'episodio, ahahahahahah!!!!

    RispondiElimina
  9. Daria mi manca tantissimo. I ciucciotti: erano dappertutto, ma veramente. Mi mancano molto quei tempi (:

    RispondiElimina
  10. Mi hai ricordato che in realtà gli anni 90 me li ricordo fin troppo bene!! Le treccine... disagio sì! E il perenne zainetto? Ricordo che già allora pensavo " ma cavolo non è come andare sempre a scuola?!". Però ammetto che il soldino non lo ricordo!
    Ah NON mi manca Dawson's Creek, lo detestavo!!!

    RispondiElimina
  11. Oddio, che post stupendo!!! E che nostalgia... condivido tutto! Il Soldino! La Tata! Di Caprio! I Piccoli Brividi! Dowson Creek! Quanti ricordi...
    Penso che, più che queste cose in sé, ci manchi soprattutto quello che eravamo quando amavamo queste cose. Grazie per questo revival! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piaceva "La tata". O.K. farla italiana, ma perché rendere mamma e nonna zie!?! °_O Boh! Comunque altre sit-com cult "Willy il principe di bel air" e "Otto sotto un tetto"! XD

      Elimina
  12. Lo spot è fantastico e tu hai davvero inserito tutte le cose che hanno fatto la storia degli anni '90 e che mancano anche a me escluso la collana strangolatrice (la odiavo!!! mai messa). Altre cose che mi mancano sono: Melrose pace e Beverly Hills 90210, Sailor Moon, Beato tra le donne (troppo da ridere), il Cioè (assurdo), Non è la rai e poi tante di quelle cose che potrei scrivere per ore.
    Buon week end ciao ciao

    RispondiElimina
  13. mamma mia,che nostalgia che mi hai messo su!Per un Soldino non so cosa darei...Con la Tata mi ribaltavo dal ridere anche io...e Daria,troppo divertente!:D
    Forse la versione maschile di Sailor Moon (cult totale) sono i Cavalieri dello Zodiaco (Sant Seya).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo decisamente! XD A proposito di soldini, ma ragazzi, è stato l' ultimo decennio completo con la LIRA! XD

      Elimina
  14. Mi è venuta una incredibile nostalgia a guardare questo post, la metà delle cose che hai elencato mi mancano :)
    Questi giorni sto rivedendo appunto le puntate della Tata, tanto mi manca :P

    RispondiElimina
  15. Mamma mia il soldinooooooooooooooooooooooooo!!! Era la mia merendina preferita e rubavo sempre il soldino di mia sorella, che lei conservava per mangiarselo dopo aver finito il dolcetto. Che bontà! Ma a me mancano molto di più le Gioie del Mulino Bianco, quei biscottini di cioccolato delizioso con contorno di pasta frolla. Che nostalgia!
    Tutto il resto del post è storia, da Dawson (io ero più Beverly Hills, ma sono del 1982!) ai Piccoli Brividi. Grazie per aver scritto questo post, mi hai davvero ricordato tante cose belle!

    RispondiElimina
  16. Oddio che nostalgia mi hai fatto venire! Io negli anni '90 ero già ragazzina ed ero innamorata di Brenda: mi vestivo e mi pettinavo come lei (una volta sono andata pure dalla parrucchiera con la sua foto), e facevo delle crisi isteriche quando in casa mia non si poteva vedere Beverly Hills (mi ricordo ancora che lo davano al giovedì sera, la stessa sera del programma di Santoro, quanto ho odiato quell'uomo!). Mi ricordo benissimo degli zainetti e delle mollettine per i capelli, e dei vestitini a fiori portati con gli anfibi. Ah, che nostalgia!

    RispondiElimina
  17. Bellissimo post!! Quando ho visto gli album delle figurine mi è venuta una nostalgia pazzesca! Ma quella foto è tua?
    Comunque la moda dei pantaloni a vita ascellare purtroppo stanno tornando di moda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami, ho scritto di corsa. Dicevo che i pantaloni ascellari stanno tornando di moda e stanno male anche a chi ha un bel fisico!
      Adoro Dowson quando piagnucola ^_^

      Elimina
    2. Vero, sta tornando e non è cosa buona e giusta. La foto purtroppo non è mia, ma è presa da internet... i miei album chissà dove sono finiti ormai!

      Elimina
    3. Solo ora scopro che è uscito pure quello di "Ranma 1/2"! °_O Non lo sapevo o ricordavo proprio! XD
      Aha, altra seriona, "Bayside School! XD

      Elimina
    4. Pure di quello di Ken! XD

      Elimina
  18. Le collanine strangolatrici! Quanto mi piacevano...

    Buona domenica cara!

    RispondiElimina
  19. post bellissimo complimenti!!! ti devo però fare l'appunto che, oltre alle colline strangolatrici, c'erano anche i braccialetti!! ;) mettendoli ti illudevi di avere un tatuaggio tribale.... ma quanto eravamo idioti negli anni '90!?!? ;) però Dawson's Creek è stato il MIO telefilm dell'adolescenza... e anche Daria l'adoravo!!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "c'erano anche i braccialetti!! ;) mettendoli ti illudevi di avere un tatuaggio tribale"

      Ma che roba è? Non me lo ricordo proprio! Di sicuro mai messo! XD

      Elimina
  20. Oh Piccoli Brividi! Non me li ricordavo più...e il Crystal Ball! Ma che nostalgia adesso! ;)
    Ero andata fuori di testa con Sailor Moon e poi con Dawson's Creek, quando è finito avevo 13 anni e ho continuato a vedere le repliche per chissà quante estati dopo. Per me mille volte meglio Pacey di Joey. Beverly Hills invece non l'ho seguito mai un granché.
    Con le figurine ero un maschiaccio e facevo solo l'album dei calciatori, ero riuscita pure nell'impresa di trovare la figurina di Sheva! Non ti dico i salti per casa.
    I ciucciotti mi piacevano (li rubavo a mia sorella), e, ok lo devo ammettere, mi piacevano anche quelle collanine che con mia cugina cercavamo perfino nei pacchetti delle figurine. E le mollette. Le avevo anche a forma di stella. E orsetto.

    I soldini non me li ricordo per niente. E neanche quel gelato. Boh.

    Post bellissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *meglio Pacey di Dawson ovviamente, non di Joey. Stavo pensando ad altro mentre scrivevo mi sa! *

      Elimina
    2. Non te li ricordi perché sei piccola! ;-) ahahahah!
      Tranquilla, avevo capito ti riferivi a Dawson, che è comunque da rivalutare senza dubbio ora! :-)

      Elimina
  21. Ti do una cattiva notizia: lo zaino sarà un must di questa stagione.
    Cercheremo di farcene una ragione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, ho letto in giro... dovremo farcene una ragione...

      Elimina
  22. Mannaggia a te!!!ihih che nostalgia!!! Ma ti sono venute in mente un sacco di cose! E chi se le ricordava! Il winner taco non l'ho mai mangiato, ma il soldino siii, per il tuo stesso motivo!E non me lo ricordavo più!!!Ovviamente ho avuto anche le mollettine a forma di farfalla e le collane strangolatrici, che orrore! Però è bello ricordarsi tutto ciò!E' bello poter dire io ho salvato un file su un floppy!E' bello aver visto il cambiamento e non come i bimbi di oggi che nascono già con un tablet in mano. Ovviamente sarà lo stesso per loro tra 10 o 20 anni, ma mi voglio illudere che gli anni 90 siano stati in qualche modo speciali. Io sono nata proprio nel 90 :D baci cara!

    RispondiElimina
  23. oddioo quanto mi piaceva il winner taco , non vedo l ora di gustarmelo di nuovo , il mio cartone preferito è sailor moon da piccola avevo tutto di lei ,invece il soldino credo di non averlo mai mangiato , anche perché manco me lo ricordo O.o invece e il Crystal Ball ? ke ricordi ragazzi viva gli anni 90 , io son nata 2 anni dopo 92 <3

    RispondiElimina
  24. Grande successo per questo post!
    Devo dire Gira la moda, avevo ambizioni artistiche mai esaudite. Il forno no.
    Per il resto hai infilato tutto, ma veramente tutto.

    RispondiElimina
  25. Beh... "Solletico" (al posto dei programmi che parlano tra l' altro di omicidi in pieno pomeriggio!), "Disney club", "Domenica Disney"... più una serie di cose ereditate dagli 80 come "Bim bum bam" e "Junior TV". XD La triade mondiali di calcio "Italia 90", "U.S.A. 94", "Francia 98"... tutta una fila di cult movie da "Ghost" a "Matrix" passando per un bordello di film in mezzo XD! Anche nostrani! Vedi "Tre uomini e una gamba" e "Il ciclone" per dirne due. Non si può ovviamente non citare il rinascimento Disney!
    Il primo libro di "Capitan mutanda" (mo ci fanno il film). Juri Chechi "il signore degli anelli", la nazionale maschile di pallavolo, quella di basket campione d' europa del 99, il mitico Marco Pantani... "Street fighter", mega drive, super NES, playstation, NES 64... più il classico NES ancora in sella e il master system II! La "Buona domenica" pre-trash, "Tira e molla", "Luna park", "Fantaghirò" e sorelle, "Caro maestro", "Beato tra le donne", "Superquark" (c' è ancora oggi! XD), "Quelli che il calcio", "Matricole", "Meteore", i "Mai dire..." ... insomma quando la TV in generale era ancora più che decente. E faceva programmi per giovanissimi che ora si sono ridotti a vedere i primi tizi di youtube che capitano che ci lucrano! Mah!
    Mazza e la musica italiana? 883, Ligabue, Litfiba, esordio di Giorgia, Laura Pausini, Nek, Tazenda, Alex Britti, Andrea Bocelli... e quella latina? Ricky Martin!
    Si, ma quelle acconciature sono a cavallo degli anni 90 e 2000! XD Così come la collana. La riga in mezzo le donne la portavano prima e la portano adesso! XD Si tratta di un classico.


    "non mi viene in mente il parallelo maschile, credo Dragon Ball ma non sono sicura, ditemelo voi!"

    No, "I cavalieri dello zodiaco" ovviamente! XD

    RispondiElimina
  26. "Rivalità" Seven-Invicta! Zaini veri! Non l' eastpak! XD Vabbé, Michael Jordan e gli altri dell' NBA! Ricrescita del fumetto, salvo poi cominciare a calare di nuovo nel decennio successivo!
    In realtà IE è stato inserito direttamente solo in W98 che così ebbe vita facile sull' altro programma per navigare di cui al momento mi sfugge il nome onestamente.
    Mia madre non si perdeva una puntata prima di "Twin peaks" e poi di "X-files"! Oltre che de "La signora del west"! XD
    Aha, Deborah Compagni e Alberto Tomba assieme agli altri sciatori!
    Comunque ormai si fanno le ricerche di scuola su internet! Ai voglia a scartabellare le enciclopedie! XD Comunque lo trovavo divertente. E li ho scoperto un sacco di film famosi ed interessanti vedendo i registi e gli attori! ^^ Oltre che in una rubrica di tuttoZagor, "Cico e company"! ^^

    RispondiElimina
  27. Haha I tuoi anni novanta sono stati abbastanza diversi dai miei. Della tua lista condivido solo Oasis e Nirvana. Per il resto... ma i Simpsons dove li metti scusa?

    Nella mia lista personale ci sarebbero sicuramente anche Dylan Dog ed il Principe di Bel Air.

    RispondiElimina
  28. Bellissimo!! Sono nata nell'86 quindi tutto quello che hai scritto lo rivedo in pieno nei miei ricordi! Ma nessuno ha scritto i power rangers! Passavo i pomeriggi a giocare a far finta di essere trini! E poi le bellissime casette della Mulino Bianco!! Mia mamma aveva tutto, tovaglie, tovaglioli, biscottiere.. e io mi dilettavo con i colori delle casette! Bellissime

    RispondiElimina