Serie TV - Le novità dell'autunno 2016 da non perdere

by - 18:42



Sembra proprio che le vacanze siamo finite o stiano quasi per. Ma se il ritorno al lavoro o alle varie incombenze della vita quotidiana appare una tragedia di immani proporzioni, un pensiero di consolazione per noi amanti delle serie tv può essere solo che, con settembre in avvicinamento, anche quest'anno una nuova stagione seriale ci aspetta a braccia aperte.


Sarà l'età che avanza, sarà che da un anno ho cominciato a prediligere un discorso che punta più alla qualità che la quantità, ma quest'anno ho accantonato definitivamente il mio fittissimo calendario di visioni seriali per fare una scelta più mirata su cosa focalizzare la mia attenzione di spettatrice.
Ecco quindi la mia personale selezione sulle serie da non perdere questo autunno (le serie vengono presentate seguendo il calendario di uscita dei pilot):

This is Us

Martedì 20 settembre
(pilot in preview, poi riparte ufficialmente l’11 ottobre)


Ammetto che qui ha giocato una parte importante l'aver visto il trailer, realizzato ad arte per farti salire quel nodo in gola e inevitabilmente commuoverti. La serie riprende l'idea della connessione che esiste tra gli esseri umani, quel filo invisibile che pare legarci con persone che vivono vite diverse dalla nostra a migliaia di chilometri di distanza. Un'idea che mi ha ricordato per un attimo Sense8, con le ovvie e dovute differenze. In This is Us si raccontano le vicende di alcuni personaggi la cui connessione è essere nati lo stesso giorno e, proprio per questo, destinati a vedere le loro vite intrecciarsi le une con le altre. Nel cast troviamo Mandy Moore e il nostro sempre amato Milo Ventimiglia.

Perché vederla: per l'intreccio di vite e storie che, se realizzato bene, può garantire a noi spettatori la giusta curiosità e anche qualche lacrimuccia che ci sta sempre bene
Perché non vederla: perché le trame a vicende multiple sono delicate e ad alto rischio di svolgimenti confusionari e intrecci complessi che non portano da nessuna parte.



Designated Survivor

Mercoledì 21 settembre




Lo sapevate? Negli States esiste una prassi nata durante la Guerra Fredda per cui, quando tutti i componenti della linea di successione presidenziale si riuniscono in uno stesso luogo, come durante il discorso allo stato dell'Unione che si intravede nei primi minuti della serie, uno di questi viene messo al sicuro dal FBI in quanto "sopravvissuto designato".  Succede, però, che in Designated Survivor la prassi si trasforma in realtà quando il Campidoglio viene fatto saltare in aria uccidendo il Presidente, il Vicepresidente e tutti i membri del Gabinetto. Tom Kirkman, interpretato da Kiefer Sutherland, si troverà così costretto ad assumere il ruolo di Presidente degli Stati Uniti e ad affrontare tutto quelle che verrà.

Perché vederla: la serie potrebbe mostrare spunti interessanti sulla situazione e i retroscena politici degli USA senza però il rigore e la strategia imperanti in House of Cards (inclusi gli alti livelli narrativi della serie con Kevin Spacey), ma alleggerendo il tutto con la solita action americana che potrebbe rivelarsi accattivante.
Perché non vederla: perché proprio per il motivo di cui sopra, la serie potrebbe rivelarsi la solita americanata.


Notorious

Giovedì 22 settembre



La serie si ispira alla storia vera dell'amicizia tra l'avvocato avvocato difensore Mark Geragos e la produttrice di notiziari Wendy Walker (executive producer dello show) e mostra gli angoli nascosti e i retroscena del complesso rapporto che esiste tra giustizia e media.

Perché vederla: la storia offre spunti interessanti sul legame spesso borderline tra la necessità di applicare giustizia e la fame di notizia a tutti costi dei media.
Perché non vederla: perché è un crime/legal e come tutte le narrazioni del genere, il rischio è di annoiarci al terzo caso/scandalo raccontato.

Easy

Venerdì 23 settembre

Otto episodi che raccontano Chicago attraverso i suoi abitanti. Della serie al momento si sa molto poco, nel cast appaiono nomi come Orlando Bloom, Malin Akerman Dave Franco, Emily Ratajhowski.

Perché vederla: Netflix e i nomi coinvolti meritano una visione almeno del pilot
Perché non vederla: è una serie antologica con episodi stand-alone, per chi ama le trame complesse che si sviluppano per intere stagioni, una struttura del genere potrebbe risultare noiosa.

Luke Cage

Venerdì 30 settembre




Terza serie targata Netflix dedicata agli eroi del mondo Marvel. Dopo Daredevil e Jessica Jones, arriva lo show dedicato a Luke Cage, l'eroe dalla pelle indistruttibile che combatte il crimine lungo le strade di New York. Mike Colter, già visto nel ruolo in Marvel's Jessica Jones, torna a vestire i panni di Cage e rivedremo anche Rosario Dawson nel ruolo di Claire Temple.

Perché vederla: appassionati di fumetti o meno, le serie Netflix che raccontano le gesta dei supereroi Marvel sono alcuni dei prodotti più interessanti e godibili degli ultimi due anni e ci hanno conquistato.
Perché non vederla: se non vi sono piaciute le prime due, il mondo Marvel/Netflix non fa per voi.


No Tomorrow

Martedì 4 ottobre



Romcom seriale con punte di sci-fi, No Tomorrow racconta la storia di Evie, donna in carriera che un bel giorno incontra Xavier, uno spirito libero e un po' suonato che ha questa idea secondo la quale il mondo finirà tra 8 mesi e 12 giorni. Incuriosita e attratta da Xavier, Evie decide di seguirlo nella sua impresa di spuntare tutte le cose da fare nelle loro rispettive To Do List prima dell'arrivo dell'Apocalisse.
Lo dico alle ragazze in ascolto, nel suo ruolo di Xavier ritroviamo Joshua Sasse, ovvero quel gran figo di Galavant!

Perché vederla: perché sembra essere una serie leggera (e ogni tanto ci vuole) con quello spunto di trama che incuriosisce e ti spinge a domandarti come andrà a finire
Perché non vederla: se già sentite puzza di sole-cuore-amore e vi è venuta la nausea, meglio lasciar perdere.


The Great Indoors

Giovedì 27 ottobre




Joel McHale (Jeff di Community) torna nei panni di Jack, un report globe-trotter di quelli sempre sul pezzo e amante dell'avventura, che si ritrova, con il passaggio della sua rivista dal cartaceo al web, a dover addestrare e supervisionare un branco di millenials con velleità giornalistiche.

Perché vederla: per scoprire se Joel è in grado di sostenere altri ruoli oltre a quello per cui lo abbiamo amato tanto
Perché non vederla: se non amate le sitcom, questa lo è e non fa per voi.



The Crown

Venerdì 4 novembre




Forse la serie più attesa di questo autunno, di sicuro quella più discussa. Al momento la produzione più costosa di Netflix, The Crown è il racconto delle vicende della principessa Elizabeth, destinata a diventare regina in un momento storico di declino dell'impero britannico e di profondi sconvolgimenti della società, del pensiero e della cultura dell'epoca. Matt Smith, ex Doctor Who, è qui nella parte del principe Philip.

Perché vederla: The Crown racconta una storia già di per sé affascinante e la realizzazione targata Netflix pare garantire un prodotto di qualità
Perché non vederla: al di là del genere che può piacere o meno, il rischio è di concentrarsi solo su alcuni aspetti della storia di Elizabeth, quelli che solitamente attirano di più gli spettatori (vedi la sua storia con Philip che già nel trailer appare predominante), e di non dare sufficiente spazio ad altri ugualmente interessanti. Insomma, potrebbe esserci davvero troppa carne sul fuoco da gestire.


Altre serie in arrivo (non mi dilungo ma potete guardavi il trailer): The Exorcist, Bull, Timeless, Lethal Weapon (remake del film, ne sentivano il bisogno?), Pitch, Frequency (altro remake), Conviction (Hayley Atwell mi piaceva molto in Agent Carter, chissà se qui saprà farsi valere ugualmente), MacGyver (sì lo hanno fatto, sarà meglio dell'originale? Non credo), American Housewife, A Man with a Plan (nuova avventura di Matt LeBlanc, dopo Episodes, nel ruolo di un padre alle prese con tre figli pestiferi).

Infine, per chiudere in bellezza, perché non solo di novità vive il serial addicted, ecco un breve elenco dedicato al ritorno di alcune serie che ci piacciono tanto:

Halt & Catch Fire 

23 agosto

Esaltazione a mille per una serie sempre troppo poco conosciuta (immeritatamente) in Italia,  ma che fieramente arriva con la sua terza stagione, alla conquista della Silicon Valley.




Narcos

Venerdì 2 settembre 

Torna Pablo Escobar ed è più incazzato di prima. La seconda stagione sembra promettere grandi momenti seriali e un epilogo al cardiopalma.  #WhoKilledPablo


Masters of Sex

Domenica 11 settembre

Come e chi scandalizzeranno Bill e Virginia in questa quarta stagione? Siamo negli anni Settanta, la rivoluzione è arrivata!



Shameless

Domenica 2 ottobre

Una famiglia Gallagher in anticipo rispetto alla programmazione degli anni passati. Ma a noi non dispiace affatto.



Gilmore Girls

Venerdì 25 novembre

Un ritorno d'eccezione! Quasi una novità. Eh sì perché, dopo la fine della serie nel 2007, Amy Sherman-Palladino ci ripensa e sforna un'ottava e definitiva stagione per tutti noi fan di Una Mamma per Amica. Quattro episodi, ognuno legato a una stagione, un anno nella vita delle ragazze Gilmore. Cosa chiedere di più? A novembre si torna a Stars Hollow.



Non mi resta che augurare a tutti una buona visione!

You May Also Like

9 commenti

  1. This Is Us promette bene! Sono proprio curiosa!

    RispondiElimina
  2. Aspettavo questo post, non mi ero ancora aggiornata sulle nuove serie :) Finora non mi ispira nulla, ma aspetto con ansa di tornare a Stars Hollow!!
    Ma Once Upon a Time non lo guardi più?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OUAT ormai l'ho abbandonato all'inizio della scorsa stagione, non ne potevo più e in genere ho abbandonato un sacco di serie di quelle lunghe, troppo lunghe...
      Secondo me The Crown potrebbe piacerti... e sì, anche io non vedo l'ora di rivedere le Gilmore! :-)

      Elimina
    2. Gilmore????? avete detto Gilmore???
      Sono obbligata a fare l'abbonamento a Netflix!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  3. The Crown sarà anche la più attesa, ma personalmente è quella che mi ispira di meno...

    In ogni caso voglio vederle TUTTE! :)
    O almeno i pilot. Dopodiché ci sarà una scrematura...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La scrematura ormai è fondamentale, però uno sguardo a tutte è doveroso ;)

      Elimina
  4. Una mamma per amica bello. Ciao

    RispondiElimina
  5. Dico solo: ho cambiato TV in cucina per avere Netflix e vedermi le Gilmore!

    RispondiElimina
  6. No vabbhè, troppe serie tv troppo poco tempo...Io devo assolutamente vedere le Gilmore appena questo esame si toglie di mezzo :)

    RispondiElimina